IRON MAIS IN CONCERTO AD ANTEY-SAINT-ANDRE' IL 10 GIUGNO

  • Quando?

    sabato, 10 giugno 2017

    Dove?

    11020 Antey-Saint-André Ao, Italia

Musica



“The Magnificent Six” Tour della più celebre cowpunk band d’Italia fa tappa al Volk’s and Roll di Antey-Saint-André sabato 10 giugno. 

Gli Iron Mais sono la più famosa band cowpunk del panorama musicale italiano.
Il progetto nasce dall’idea di rivisitare in uno stile che amalgama folk, bluegrass , country e incisi western, alcuni dei maggiori successi della storia del Rock in tutte le sue epoche e sfumature. 

Ad accompagnare il tour sarà “The Rhythm of the Night”, la cover della famosa canzone eurodance dei Corona reinterpretata in chiave western. Dopo l’esaltante partecipazione ad X-Factor Italia, l’eclettica band che unisce folk, bluegrass, country e incisi western, propone la rivisitazione in totale stile “Iron Mais” di uno dei brani eurodance che ha fatto più ballare negli anni ’90.

Oltre che stravolgere classici del rock e del metal, gli Iron Mais questa volta hanno pensato di riproporre un pezzo storico della dance dei primi anni Novanta… “The Rhythm of the night” in una versione più western, più cupa, con cavalcate, inserti Morriconiani. Il ritmo incalzante degli strumenti acustici ha coinvolto anche Olga Maia de Souza, front woman dei Corona (gruppo dance che lanciò il pezzo), portandola a partecipare al video insieme alla band.

Il progetto Iron Mais è nato riproponendo alcune pietre miliari del rock, del punk, del metal e non solo in chiave più bluegrass, country, rock’n’roll, stile che viene mantenuto anche nel nuovo album “THE MAGNIFICENT SIX”, parodia del famoso film cult, dove i magnifici sono i sei componenti del gruppo. La track list si compone di sei rivisitazioni di brani del calibro di “Another brick in the wall” dei Pink Floyd o “Killing in the name” dei RATM (Rage Against The Machine), ma soprattutto dei sei brani inediti che la band propone passando dalle comode ballate ironiche di “Lambro River” ai ritmi serrati di “Cucù”, “Drink and Drive” e “Grano Duro” fino al rock’n’roll italiano di “Friendshit” e “Ahi Che Dolor”. I testi sono racconti, sfoghi, proteste, provocazioni ma sempre con l’ironia che contraddistingue la band. 

 

#concerto

#musica

#festival

#evento


© Joylife.it | About | Segnala i tuoi Eventi | Diventa Cliente | Storie | Calendario | Termini di servizio | Lavoro | Privacy | Media Press | Indici